A fine Giornata - Sul fondo - Seconda raccolta



A fine giornata 

A fine giornata
la mia anima
si riempie di silenzio improvviso
e indifferente;
la casa è vuota,
gli ospiti sono andati via,
non c’è più nessuno.

Nelle pareti
un’uniforme sensazione
di aver perso qualcosa,
qualcuno,
o forse
solo lasciato andare via.



La commedia - Sul fondo - Seconda raccolta




La commedia

Anime teatrali
dal palco perfetto,
traslucidi pensieri decorativi
e commedianti
d’incomparabile bravura.

Sono il sogno rassegnato
di un unico
grande
sceneggiatore:
Dio.

Ne son certo:
non si ripete il destino.



Il mare e i granelli - Sul fondo - Seconda raccolta




Il mare e i granelli 

Veglio di notte
su una spiaggia deserta.

Il mare,
ora grigio,
ingoia ogni suono senza sosta,
allungandosi come una lumaca
sulla riva,
bagnando le mie dita.

Occhi non ne ha per scegliere:
di granelli riempie lo stomaco 
senza sosta.

Della triste memoria
colma i loro lamenti
che scivolano giù
verso la notte tersa.



Essere qualcos'altro - Sul fondo - Seconda raccolta




Essere qualcos’altro 

Vorrei essere
un albero di fiori.

Bisbigliare agli uomini,
mangiare i loro mali.

Giocare con il vento
prima di addormentarmi.

Rinunciare al futuro
ma portare l’alba in primavera.



Il Mendicante - Sul fondo - Seconda raccolta





Il mendicante
 
In ginocchio,
egli era il riververo dei passanti,
eppure ne palesava l’indifferenza.
Mai avrei potuto ignorare
il suo capo bianco
che sfiorava l’asfalto
in un’incrollabile ostinazione
nel prostrarsi.

Impassibile
esploratore del silenzio,
scendeva su di lui
un velo di ineffabile importanza:
senza gesti
mostrava i palmi
ricolmi di pietà
mentre il mio disagio cresceva.

Avrei potuto sollevarne il corpo,
se solo fossi stato fornito di una dignità
e non della vergogna.